Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_oslo

XVII Settimana della Lingua Italiana nel Mondo: Jan Brøgger and the tip of the boot: gli studi antropologici nel profondo sud italiano

Data:

23/10/2017


XVII Settimana della Lingua Italiana nel Mondo: Jan Brøgger and the tip of the boot:  gli studi antropologici nel profondo sud italiano

Jan Brøgger and the tip of the boot:
una serata dedicata al ricordo dello studio dell’antropologo norvegese nel profondo sud italiano

L’anno è il 1966. Jan Brøgger, un giovane antropologo norvegese, accompagnato dalla sua famiglia, parte verso quell’Italia a sud di Napoli dove gli è stato riferito che esiste una cultura millenaria in cui ancora si parla il greco antico. Dopo aver percorso l’intera penisola italiana, lo studioso raggiunge un piccolo paese arrampicato sui contrafforti dell’Aspromonte- Bova- e vi si stabilisce. Nei mesi di residenza, Brøgger si immergerà nella vita dei contadini dell’area, instaurando relazioni di amicizia e professionali che lo porteranno poi alla stesura del libro “Montevarese”, edito in inglese.

Grazie alla riscoperta del testo inglese da parte di uno studioso svizzero-tedesco residente in Calabria- Moritz Grasenack- il lavoro di Jan Brøgger è tradotto in lingua italiana in occasione del cinquantenario dalla ricerca sul campo.

La serata all’istituto vuole rinnovare il ricordo dello studioso venuto dal nord e, attraverso il racconto dei suoi studi, promuovere l’immagine dell’estremo lembo d’Italia, una terra traboccante di tradizioni, paesaggi e località dalle straordinarie potenzialità, seppur ancora travagliata da storiche difficoltà che ne impediscono il pieno sviluppo.
Jan Brøgger è stato il testimone di un mondo, quello contadino meridionale, che al tempo della ricerca affrontava la sua ultima battaglia contro l’incalzante modernità che, da lì a qualche anno, avrebbe spazzato via una tradizione millenaria. L’apporto dello studioso norvegese ha oggi il doppio valore della memoria di un mondo scomparso, che le analisi antropologiche vis-a-vis rendono ancora tangibili e vitali, e quello dell’incontro, del dialogo e dello scambio tra realtà solo formalmente lontane, contribuendo così alla riscoperta di isole culturali apparentemente marginali ed estranee.

L’evento sarà accompagnato dalla proiezione di alcune fotografie scattate dall’autore e da recenti immagini di luoghi, persone e storie di vita dell’area.

La conferenza sarà a cura dei due studiosi Moritz Grasenack e Giuseppe Ciancia e si svolgerà in lingua inglese. 

* * * 

La conferenza fa parte della XVII Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, la quale è sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Informazioni

Data: Lun 23 Ott 2017

Orario: Alle 18:30

Organizzato da : IIC Oslo

Ingresso : Libero


Luogo:

IIC Oslo, Oscarsgt. 56

633